CANDIDATI AL MUNICIPIO
E AL CONSIGLIO COMUNALE

CANDIDATI AL MUNICIPIO

CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE

LUGANO CI STA A CUORE

Programma 2020 - 2024

FAMIGLIA, FORMAZIONE E MONDO DEL LAVORO

  • Promuovere il partenariato pubblico privato nell’offerta dei nidi d’infanzia attraverso una maggiore distribuzione di strutture sul territorio, per meglio supportare le famiglie con figli.
  • Realizzare il quartiere intergenerazionale sostenibile sul sedime ex PTT a Viganello.
  • Incentivare il telelavoro.
  • Favorire i piccoli commerci presenti nel centro Città con misure fiancheggiatrici a livello di mobilità e di orari di apertura (con particolare riferimento alle giornate festive in quanto i piccoli commerci del centro sono parte dell’attrazione turistica).

CLIMA E AMBIENTE

  • Ridurre le proprie emissioni di gas a effetto serra agendo in particolare sugli stabili di proprietà della Città.
  • Monitorare l’introduzione della tassa sul sacco, applicando eventuali correttivi a favore delle persone bisognose.
  • Sostenere la raccolta dell’umido e valorizzarlo energeticamente.
  • Favorire la rinaturazione dei corsi d’acqua e l’accesso alle rive.
  • Individuare le isole di calore e proporre delle strategie per ridurre il surriscaldamento urbano e combattere il fenomeno delle notti tropicali.
  • Adottare misure puntuali nelle zone mappate a pericoli naturali per prevenire l’insorgere di fenomeni straordinari dovuti ai cambiamenti climatici.

TERRITORIO

  • Pedonalizzare il Lungolago alla domenica per tutto l’anno e creare un mercato di qualità.
  • Realizzare una passeggiata a lago continua da Capo San Martino a Gandria per garantire una maggiore vicinanza della Città al suo lago.
  • Assicurare la manutenzione ordinaria degli immobili di proprietà della Città ed adottare tutte le necessarie misure di risanamento tecnico ed energetico.
  • Erogare un contributo del 20 % ai proprietari di immobili che richiedono lo studio volto al rilascio del Certificato energetico cantonale degli edifici (CECE e CECE Plus).

MOBILITÀ

  • Monitorare l’impatto dell’apertura della galleria di base del Ceneri e agire per eventualmente adeguare l’offerta di trasporti pubblici locali.
  • Completare in tempi brevi la rete di piste ciclabili della Città per garantire maggiore sicurezza ai ciclisti.
  • Erogare un contributo ai cittadini che decidono di acquistare una bici elettrica.
  • Incentivare la mobilità aziendale per tutte le ditte con sede nel Comune.
  • Sostenere la mobilità applicando indistintamente il 50 % di sussidio ai domiciliati per l’acquisto dell’abbonamento Arcobaleno annuale (limitato a due zone) e rendere gratis tale abbonamento per i giovani da 6 a 25 anni.
  • Favorire la mobilità giovanile, garantendo ai giovani incentivi per l'acquisto di abbonamenti applicabili non solo all'area urbana (ad esempio gli abbonamenti FFS).
  • Favorire la mobilità degli anziani, offrendo un abbonamento a prezzo simbolico per i cittadini a beneficio della complementare AVS.

TURISMO, CULTURA E SPORT

  • Avviare la realizzazione dei grandi progetti (Polo Sportivo e per gli Eventi e Polo Turistico Congressuale) per far ulteriormente crescere Lugano.
  • Creare maggiore sinergia tra la Città e gli attori del settore turistico (Lugano Region, organizzatori di manifestazioni, albergatori, commercianti, ecc.) e promuovere maggiormente gli eventi nei mercati di riferimento.
  • Disporre di offerte artistiche, culturali, turistiche e sportive di qualità per incentivare i visitatori a trattenersi più giorni in Città e scoprire il nostro territorio.

FINANZE E SVILUPPO ECONOMICO

  • Perseguire l’obiettivo di portare il moltiplicatore al 75 % garantendo finanze sane, prestando attenzione ai bisogni dei cittadini ed evitando sprechi inutili.
  • Sviluppare le eccellenze del settore delle scienze della vita (in ambito biomedico, sanitario, chimico-farmaceutico, ecc.) già presenti sul nostro territorio, per aumentare il numero di posti di lavoro ed ottenere un maggior gettito fiscale.

IL SIMBOLO DEL CUORE

DI ROBERTO MAZZANTINI

La situazione oggi

To try the most advanced business

LA POLITICA OGGI PARLA SOLO ALLA PANCIA

Sono in molti a dire che la destra è brava a parlare alla “pancia”, a rivolgersi con veemenza agli impulsi più bassi, al fondo emotivo delle persone, all’immediatezza dei sentimenti più oscuri, subconsci, magari rinvigorendoli, coccolandoli, cavalcandoli in vista della conquista del potere o della tenuta del consenso.
Sostiene questa tesi “pancista” anche uno psicologo americano, Drew Westen, che fu consulente di Obama per il quale oggi la cerebralità e l’astrattezza non pagano.

DOVE CI STA PORTANDO IL PARLARE ALLA PANCIA?

A livello globale si è ormai diffusa la convinzione che sia necessario “rivoltare” la pancia del “popolo” per ottenere risultati vantaggiosi, che la via più breve ed efficace al potere sia quella di aggredire e suscitare impulsi diretti, che il linguaggio debba ridursi a brevi e taglienti slogan in grado di scatenare sentimenti forti (quasi sempre odio e risentimento) su cui lavorare.
La “narrazione” politica corrente non vuole approfondire i termini dell’alternativa ma ama consolarsi con il racconto dell’esistente, anzi accrescerne le paure, perché nulla più dell’esaltazione dell’esistente (privilegi, certezze attuali, posizioni detenute, fobie verso il futuro) è capace, in tempi di crisi, di aggregare un consenso cieco.
Muri, confini, ricchezze contro le povertà dell’Altro che incombe, divengono così “simboli” immediati di lotta politica.

RIVOLGERSI ALLA PANCIA ALLA LUNGA CREA SERI PROBLEMI

I problemi sono l’abbassamento del livello del dibattito (che si trasforma in becero scontro), l’inaridimento dei temi, l’aumento della sfiducia verso la Politica e le Istituzioni e il conseguente crollo del numero dei votanti (se non si ha fiducia nel sistema non si va a votare).
Per chi viene poi eletto diventa ovviamente difficile, se non impossibile trasformare le inverosimili promesse fatte in qualcosa di concreto.

L'alternativa

L'ALTERNATIVA C’È!

La frase “Non c’è alternativa” è divenuta una specie di massima comune, magari non confessata ma imperante.
Questo perché, in un momento storico di grandi cambiamenti è difficile riuscire ad avere una visione precisa ed è pertanto molto più facile impadronirsi di una comunicazione emotiva, capace di colpire in basso e che dunque non deve produrre riflessione, anzi deve impedirla.
La carta che giocano coloro che hanno scelto di parlare alla pancia è quella di farci credere che il mondo sia ormai senza alternative, anche di metodo.

È infatti facile notare come la “pancia” reagisca spesso (quasi sempre) contro le considerazioni umanitarie. L’odio e il risentimento si accaniscono sempre contro gli ultimi, i diversi, gli altri, i deboli.
Questo perché la “pancia” ha in odio il cuore e insistere su questa strategia, significa prolungare e potenziare questi sentimenti oscuri.

Puntare tutto sulla cieca reattività degli impulsi non è però una strategia obbligata, priva di alternative percorribili, anzi.
È per questo che per la salvezza della nostra Società siamo fortemente convinti che invece che alla “pancia” il PPD debba ritornare a parlare al cuore, dal quale fare sprigionare sentimenti umanitari e visioni positive.

RITORNIAMO A PARLARE AL CUORE

Il PPD, e la sua sezione di Lugano in particolare, vuole prendere una posizione in grado di unire invece di dividere.
Del vecchio “buonismo” il Partito rivendica gli aspetti di solidarietà, di comprensione e di ascolto ritornando a pensare alla politica come espressione di un soggetto collettivo e dell’umanità, considerando i sentimenti nella loro intera gamma.
Per noi oggi parlare al cuore rappresenta quindi la chiave essenziale per il nostro futuro di donne e di uomini alle prese con un mondo arrabbiato e difficile da comprendere che noi però vogliamo migliore, più giusto e più umano.

L’AMORE COME ATTO POLITICO E RIVOLUZIONARIO

Siamo alla completa disfatta di tutto il nostro sistema politico ed economico e abbiamo purtroppo smesso di amare qualunque cosa.
L’amore è pieno di paure perché ci costringe a mostrarci per quello che siamo e ci mostra tutta la gamma delle nostre fragilità.
L’amore è un atto di profonda sovversione psicologica, anni di sedute psicoanalitiche non possono competere con lo scuotimento interiore e la potenza evolutiva che ha questo sentimento per la nostra psiche.
Ecco perché la nostra Società ha paura dell’amore e quindi lo deride e lo invidia.
L’amore è rivoluzionario, un sentimento capace di ribaltare ogni schema precostituito ed è quindi in potenza un atto politico: immaginate se usassimo questa potenza per sovvertire il nostro destino, per cambiare in senso collettivo ed approdare ad un nuovo rinascimento.
Lascio che lo spieghi Arturo Schwarz, classe 1924, storico dell'arte, saggista, docente, scrittore e poeta uno tra i più importanti storici d’arte moderna e contemporanea, che così affermò: “La trasformazione della Società passa necessariamente dalla trasformazione dell’individuo… L’amore del prossimo è operante nella misura in cui il prossimo si ritrova nel Sé. L’amore del Sé è il presupposto alla consapevolezza del Sé e capire se stessi significa capire e amare l’altro”.

Logo

AL VOTO CON
I NOSTRI VALORI

SE AMI UN FIORE LO ANNAFFI TUTTI I GIORNI!

L’economia, la finanza e il turismo a Lugano sono cambiati e abbiamo l’obbligo di coltivare un nuovo modo di concepire la gestione della cosa pubblica in grado di creare lavoro, di investire in conoscenza, in innovazione (non solo tecnologica) e che sia capace di valorizzare ogni talento.
Per questo vogliamo sottolineare all’elettorato di centro e a tutti coloro che credono nei valori del cuore, e sono molti di più di quanti pensiamo, che crediamo fermamente in ciò che stiamo facendo.

IN UN MONDO CHE CREDE AGLI INGANNI NOI CONTINUIAMO AD AMARE L’AMORE!

Non c’è causa più urgente, né più giusta, del proteggere il futuro della Società in cui viviamo e per questo i nostri candidati sono preparati, hanno raccolto le loro idee, analizzato i bisogni della collettività e consolidato le proprie reali vocazioni e competenze.

È TEMPO DI VOTARE COMPATTI, CON I NOSTRI VALORI E CON IL NOSTRO CUORE!

La situazione generale di crisi dei valori nella quale oggi ci troviamo può farci pensare che, nel nostro piccolo, non possiamo fare niente.
Così facendo il rischio che concretamente corriamo è che l'indifferenza ci renda ciechi, sordi e muti, uomini e donne chiusi in noi stessi. Se questa è la Via che “altri” vogliono percorrere a noi non deve interessare, noi sappiamo di avere nei nostri geni tutto quanto occorre per risvegliare le coscienze e per regalare a Lugano un futuro più armonioso, responsabile e solidale.

INDOVINA I QUARTIERI DI LUGANO

A seguito della pandemia che ha purtroppo colpito anche il nostro Cantone, responsabilmente abbiamo deciso di annullare tutte le nostre manifestazioni legate alla campagna elettorale. Potrete comunque conoscere i nostri candidati attraverso questo sito, i nostri social oppure grazie al poster distribuito a tutti i fuochi, la cui copertina è composta dalle fotografie dei ventuno quartieri che formano la città di Lugano.
Siamo convinti che ogni quartiere sia un valore aggiunto per la nostra Città e che come tale ognuno di loro vada valorizzato. Volutamente non abbiamo indicato il nome dei quartieri accanto alle fotografie. Lasciamo a tutti voi il divertimento di provare a farlo tramite il nostro gioco online.
Ragioniamo e pensiamo assieme: anche questo è un modo per mantenere i contatti sociali. Nella speranza che presto potremo tornare a stringerci la mano col cuore e con la ragione. Tutti per uno, uno per tutti.

Vai al quiz